Orario

lun-gio 10 - 13 | 15 - 19 ven 10 - 13

Email

info@avvocatolavorotorino.it

 

Blog

Licenziamento per giusta causa del dipendente. Cosa significa?L’espressione Licenziamento per giusta causa del dipendente non è tecnicamente corretta. Il rapporto di lavoro, infatti, può risolversi, oltre che per mutuo consenso, o per volontà del datore di lavoro o per volontà del dipendente. Solo nel primo caso si può parlare di licenziamento ovvero l’atto interruttivo del rapporto di lavoro intimato dal licenziamento, mentre qualora sia il lavoratore...

Pubblichiamo, sperando di fare cosa gradita, un modello di pignoramento presso terzi lavoro. Si tratta di un atto di pignoramento redatto nell'interesse di un libero professionista, in seguito all'accoglimento di un ricorso per decreto ingiuntivo da noi depositato. E' solo la bozza di atto, senza relazione di notificazione. TRIBUNALE DI ATTO DI CITAZIONE PER PIGNORAMENTO PRESSO TERZINell’interesse del sig. ________, rappresentato e difeso in forza di procura allegata al...

L’articolo 189 del codice della crisi di impresa prevede che l’apertura della liquidazione giudiziale non costituisce motivo di licenziamento.I rapporti di lavoro che sono in corso, alla data della sentenza, sono sospesi fino a quando il curatore, compatibilmente con l’autorizzazione del giudice delegato e sentito il comitato dei creditori decide di subentrare nei contratti, ovvero di recedere.I rapporti di lavoro nella liquidazione giudiziale, quindi, proseguiranno in...

In questo breve articolo cerchiamo di dare risposta al quesito se sia possibile riassumere un apprendista precedentemente licenziato dal medesimo datore di lavoro.Come noto l’apprendistato è un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, finalizzato a formare e occupare i giovani. La normativa è contenuto negli artt. 41 e seguenti del d.lgs. 81/15.Il pilastro dell’apprendistato è la funzione formativa, e il datore di lavoro è tenuto...

Congedo straordinario ai figli del disabile: l’Inps recepisce la sentenza della corte costituzionale n. 232/18.La corte costituzionale, con sentenza n. 232 depositata il 7 dicembre 2018, aveva dichiarato l’incostituzionalità dell’art. 42, c. 5, d.lgs. 151/01, nella part in cui non includeva nel novero dei soggetti legittimati a fruire del congedo straordinario il figlio che, al momento della presentazione della richiesta del congedo, ancora non conviva con...

Licenziamento disciplinare del dirigente.La cassazione, con sentenza n. 4685 del 18 febbraio 2019, è intervenuta sul tema del licenziamento disciplinare del dirigente. Da detta sentenza, emergono i seguenti due principi. Anzitutto, la giustificatezza del licenziamento, tipica della categoria dirigenziale, ben può fondarsi, per la particolare natura del rapporto di fiducia, su ragioni oggettive non necessariamente coincidenti con l’impossibilità di continuazione del rapporto, ma semplicemente idonee a...

Licenziamento per sopravvenuta inidoneità fisica del lavoratore e licenziamentoRecentemente la suprema corte di cassazione, con la sentenza n. 27243 del 26 ottobre 2018 è intervenuta sul tema del licenziamento del lavoratore che diventi permanentemente inidoneo allo svolgimento della mansione per il quale era stato assunto.La vicenda riguardava un lavoratore che è divenuto ipovedente. In primo grado e in appello la domanda del lavoratore di accertamento della...

Validità del c.d. “patto di netto”Con riferimento alle imposte sui redditi, laddove la rivalsa è obbligatoria (come nel caso dell’art. 23 del D.P.R. n. 600/1973 per i redditi di lavoro dipendente), è da ritenere nulla una forma palese di traslazione economica dell’imposta da un soggetto (sostituito) ad un altro (sostituto).Nell’ambito della rivalsa mediante ritenuta alla fonte è stata, infatti, rilevata la necessità di separare le posizioni...

In questo articolo affronteremo il tema del Trattamento fiscale e contributivo della corresponsione di somme derivanti da transazione/conciliazione, ovvero di quale siano le trattenute sulle somme corrisposte in caso di buonuscita o di accordo con il datore di lavoro.In materia di trattamento fiscale delle somme erogate al lavoratore nell'ambito di transazioni relative a controversie di lavoro, il quadro normativo di riferimento è costituito dagli artt. 6,...

In questo articolo affronteremo il caso di un dipendente che presenta le dimissioni dopo essere stato sospeso dal lavoro per inidoneità, essendo quindi nelle condizioni di non poter  prestare la propria attività per il periodo di preavviso prescritto.Il periodo di preavviso assolve alla funzione di "attenuare le conseguenze pregiudizievoli dell'improvvisa cessazione dei rapporto per la parte che subisce l'iniziativa del recesso" (così, per tutte, Cass. 22...

Utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano cookie sul tuo dispositivo. I cookie sono utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sulla navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Puoi scegliere se abilitare i cookie statistici e di profilazione. Privacy Policy